martedì , 15 Ottobre 2019
Home 3 Altro 3 Gioco d’azzardo: un fenomeno che cresce in Italia anche durante il 2019
Gioco d’azzardo: un fenomeno che cresce in Italia anche durante il 2019

Gioco d’azzardo: un fenomeno che cresce in Italia anche durante il 2019

Come era stato ampiamente annunciato nei mesi precedenti, il 2019 dovrebbe rappresentare un vero cambiamento in materia del gioco d’azzardo in Italia. Specialmente nelle azioni di contrasto per il gioco d’azzardo di tipo patologico. Tra i diretti interessati a tale fenomeno, vi sono proprio i soggetti coinvolti nella filiera del gioco legale, nel nostro Paese, così come nel resto d’Europa. Secondo quanto riportato dal direttore degli affari istituzionali di Codere Italia, Marco Zega, oggi in Italia vige una sostanziale confusione in materia del gioco d’azzardo.

Il fenomeno del gioco in Italia: osserviamo i tratti fondamentali di questo settore

Da un lato dobbiamo quindi analizzare il fenomeno del gioco in un contesto di tipo mediatico, d’altro permane la ferma volontà di gestire le problematiche legate al gioco di tipo compulsivo e patologico. Proprio i produttori e chi gestisce l’industria del gioco, dovrebbe in effetti evitare e scongiurare che tale comportamento non si verifichi nel tempo. Attraverso una corretta informazione, una gestione dei casi più delicati, specialmente per quanto riguarda il gioco di tipo fisico. Bisogna in effetti ricordare come il fenomeno del gioco in Italia, sia diffuso su tutti i livelli, ma la maggior parte dei soldi vengano ancora spesi attraverso le attrattive di gioco di tipo fisico, attraverso le sale da gioco e di scommesse sportive.

Come funziona il gioco online in Italia: dati e risultati operativi.

Pensate che ad esempio il settore del gioco online, presente in Italia così come in tutti i paesi europei, rappresenti in termini di entrate e di fatturato, appena il 9,5% dell’intera somma che ogni anno viene spesa per il gioco. Non solo, attraverso il gioco online, ci sono formule e soluzioni di controllo maggiori, che il giocatore può adottare, dedicando un budget prefissato per questo tipo di svago. Il compito dei produttori di giochi, come per esempio quello del circuito AAMS dei casinò online che consiste proprio nel regolamentare e dare un limite al giocatore;come avviene ad esempio durante i tornei di poker online, dove viene scelto un tetto massimo per entrare in gioco e tentare di vincere il torneo. Attualmente il mercato dei casinò online nel nostro Paese rappresenta una percentuale bassa, ma significativa dove vengono effettuati tutti i controlli del caso, tramite l’Ente AAMS che ne assicura il perfetto funzionamento e lo svolgimento attraverso sofisticati software di ultimissima generazione.

Le sale da gioco del circuito di gioco fisico in Italia

Differente il contesto che riguarda invece le sale da gioco di tipo fisico, che oggi devono avere una distanza minima da luoghi sensibili quali ospedali, scuole, uffici pubblici. Si sta discutendo circa la possibilità di intervenire e di modificare gli orari di apertura e di chiusura delle sale slot, sale bingo e dei centri betting dedicati alle scommesse sportive. Durante il 2018 in Italia sono stati spesi oltre 100 miliardi di euro per il gioco, stime che per il prossimo anno potrebbero continuare a crescere, dimostrando come l’Italia sia uno dei Paesi europei dove si gioca maggiormente in questo momento. C’è bisogno di una corretta informazione di una giusta sensibilizzazione, specialmente per le fasce più deboli, come i giovani. Nonostante il gioco sia di fatto vietato ai minori, i controlli non sono sempre molto efficaci e le nuove norme previste dal Decreto Dignità in materia del gioco d’azzardo non sono sempre state applicate, per il momento. Quello che serve è maggior buon senso, abbinato a una campagna informativa efficace, che spesso viene svolta proprio dalle sale da gioco, che promuovo il gioco legale e responsabile, per motivi di interesse, che collimano con l’offerta vigente secondo gli standard europei.

I dati per il 2019 relativi al gioco online in Italia

Bisogna inoltre ricordare come il settore del gioco online sia cresciuto in termini di dati durante il 2019, visto che gli skill games hanno ottenuto un 17% in più rispetto all’anno precedente. Con una spesa leggermente inferiore ai 70 milioni di euro, il mese di giugno scorso si è concluso con una crescita pari al 20% in più rispetto ai dati dell’anno passato. Tra le attrattive crescono i giochi da casinò come roulette, baccarat e blackjack, mentre resta in forte calo il settore del poker cash e dei tornei di poker online, che i giocatori continuano a praticare per via della loro passione per il gioco del poker, dato che si tratta di una soluzione efficace per accedere poi ai tornei dai vivo che sono appuntamenti fissi per tutti gli amanti del gioco in Europa.