lunedì , 18 dicembre 2017
Home 3 Feste Religiose

Feste Religiose

FESTA PATRONALE IN ONORE DELLA MADONNA DI MONTAURO – 15-16 Settembre

processione madonnaSolenni festeggiamenti il 15 e 16 settembre in onore di San Rocco e di Maria Santissima di Montauro, patrona del paese. La tradizione vuole che la statua ascenda al monte sul finire della primavera per proteggere e rendere fecondo, dall’alto, il lavoro dei contadini nei campi e ne ridiscenda a metà settembre per confortare, con la sua presenza, la comunità durante il freddo inverno. Ricco il programma sia civile sia religioso allestito dal comitato feste e dal parroco don Vito Micucci. Il programma religioso prevede un’intesa preparazione con un triduo di venerazione in onore di Maria di Montauro “donna del silenzio” e di San Rocco “uomo di carità”. Nelle tre sere precedenti la festa, in una diversa piazzetta del centro storico, viene tenuto un momento di ascolto e di preghiera. La sera del quattordici, vigilia della festa, nel corso della veglia che si tiene nella cappella sul monte, si tireranno le conclusioni della preparazione. Il quindici mattina la santa messa celebrata nel piazzale antistante la cappella sul monte farà da preludio alla partenza della processione che, parroco in testa, riporterà il simulacro nella dimora invernale nella chiesa matrice, posta nel cuore del centro abitato. L’intero percorso, non percorribile agevolmente in tutti i tratti, vede la statua condotta a spalla dai fedeli e, nel rispetto di una consuetudine di cui non si conoscono le origini, nel tratto più impervio con le donne a sottostare alla fatica di reggere il simulacro.
cassarmonicaLe allegre note di un complesso bandistico accompagnano la fatica dei fedeli, il cui arrivo in prossimità del centro abitato sarà salutato da uno spettacolo di fuochi pirotecnici. La statua è poi sistemata in chiesa da dove, sul far della sera, si muoverà la solenne processione che porterà l’effige a percorrere le strade più importanti del paese, in una sorta di annuncio alla comunità del proprio ritorno. Il giorno 16 a sancire, infine, la conclusione dei festeggiamenti, un affascinante spettacolo pirotecnico di cui i sarconesi sono particolarmente pretenziosi.

La Storia del Santuario di Montauro o di monte Serra

storia santuario montauroclicca sull’immagine


FESTA DI SAN PIO – 16 Giugno

san pio 1Da qualche anno, a concreta e perenne testimonianza della particolare devozione che la comunità sarconese nutre nei confronti del santo di Pietrelcina, una statua di bronzo a grandezza naturale riproducente il santo frate spicca, benedicente, all’ingresso del centro abitato, accogliendo chi vi giunge e salutando chi se ne parte. La realizzazione di tale opera è stata fortemente voluta e resa possibile grazie al proficuo impegno del locale circolo ACLI i cui soci, come d’altronde l’intera comunità, nutrono una particolare devozione per il frate di San Giovanni Rotondo dove, periodicamente, si recano in devoto pellegrinaggio. Il circolo Acli si è attivamente impegnato nella realizzazione della sacra effigie che, con il volontario e gratuito contributo di tecnici ed artigiani locali, è stata posizionata in un sito di proprietà comunale reso disponibile gratuitamente e di buon grado dagli allora amministratori. La comunità, dal canto suo, non manca di omaggiare quotidianamente la sacra effigie con devoti omaggi floreali e luminarie. san pio 2Tutti gli anni all’imbrunire nel piazzale antistante il sito dove si trova l’effige del santo, il parroco don Vito Micucci celebra la Santa Messa. Al termine della celebrazione eucaristica una suggestiva fiaccolata si snodata attraverso le strade del paese. A concludere i festeggiamenti, come di consueto, un eccezionale spettacolo di fuochi pirotecnici che, per tradizione, a Sarconi chiude ogni festività religiosa.

foto feste a sarconi

Foto Gallery

video feste a saroni

Video Gallery

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

*