giovedì , 20 Giugno 2019
Home 3 News da Sarconi 3 Incidenti stradali. I comuni con più elevato indice di lesività sono Sarconi e Spinoso
Incidenti stradali. I comuni con più elevato indice di lesività sono Sarconi e Spinoso

Incidenti stradali. I comuni con più elevato indice di lesività sono Sarconi e Spinoso

Nel 2013 si sono verificati 888 incidenti che hanno causato la morte di 22 persone e il ferimento di altre 1.477. Rispetto al 2012 si registra una diminuzione del numero di incidenti (-6,4%), dei feriti (-9,6%) e, in misura ancora più significativa, dei morti (-56,9%). Si tratta di decrementi superiori a quelli medi nazionali pari rispettivamente a -3,7%, -3,5% e -9,8%. E` quanto comunica l`Istat nell`indagine sugli incidenti stradali in Basiliciata nel 2013. Il maggior numero di incidenti si è verificato in provincia di Potenza (525 casi, il 59,1% del totale regionale) dove si è riscontrato anche il maggior numero di feriti (877 casi, il 59,4%) e di morti (15 decessi, il 68,2%). A livello provinciale, Matera registra le flessioni più consistenti del numero di incidenti e feriti (rispettivamente -1,5 e -16,3%) Potenza del numero di decessi -57,1%. Gli indicatori statistici di mortalità e gravità, usualmente utilizzati per effettuare confronti territoriali e temporali, evidenziano in Basilicata una situazione ancora critica, nonostante la riduzione del numero di incidenti, morti e feriti. Nel 2013 l’indice di mortalità degli incidenti stradali avvenuti sul territorio regionale è pari a 2,5 morti ogni 100 incidenti, valore superiore a quello medio nazionale che si attesta a 1,9 morti per 100 incidenti, mentre il numero dei morti ogni 100 persone infortunate (indice di gravità) è pari a 1,5 per la regione e a 1,3 per l’Italia. In provincia di Potenza, pur con una tendenza alla diminuzione, si riscontrano i valori più elevati degli indici di mortalità e gravità. La media dei decessi per 100 incidenti è pari a 2,9 a Potenza e a 1,9 a Matera; il rapporto percentuale tra i morti e il complesso di infortunati è 1,7 in provincia di Potenza e 1,2 a Matera. Tra il 2001 e il 2013, gli incidenti stradali con lesioni a persone sono passati da 911 a 888 con un calo del 2,5%, le vittime della strada sono diminuite del 62,7% (da 59 a 22). I feriti, invece, sono aumentati del 3% passando da 1.434 a 1.477. Nello stesso periodo, in Italia, gli incidenti sono diminuiti del 31,1 %, i decessi del 52,3% e i feriti del 31%. Nel periodo considerato il tasso di mortalità in incidenti stradali, calcolato come rapporto tra il numero dei morti e la popolazione media residente per 100.000 abitanti, passa da 9,9 nel 2001 a 3,8 nel 2013, valore inferiore a quello medio nazionale. Anche l’indice di mortalità degli incidenti avvenuti sul territorio regionale manifesta, pur con un andamento non lineare, una tendenza alla diminuzione (da 6,5 morti ogni 100 incidenti del 2001 a 2,5 del 2013). Aumenta, invece, l’indice di lesività, passando da 157,4 a 166,3 feriti ogni 100 incidenti, valore superiore a quello medio nazionale che si attesta a 142 feriti per 100 incidenti. Gli incidenti si localizzano nei comuni di maggiore dimensione demografica e in quelli attraversati dai principali assi della rete stradale regionale. L’analisi per comune, infatti, evidenzia una netta concentrazione dei sinistri nelle aree urbane maggiori: il 41,7% è avvenuto nei comuni di Potenza e Matera, dove si sono contati, nell’ordine, 174 e 196 incidenti. Aggiungendo nel computo gli incidenti avvenuti nei tre comuni lucani con almeno 15.000 abitanti (Melfi, Pisticci e Policoro) si arriva a 471 casi (il 53% del totale) che hanno causato il decesso di sette persone (31,8%) e il ferimento di altre 746 (50,5%). Rispetto al 2012 l’indice di mortalità aumenta a Melfi, Potenza, Venosa e Nova Siri. I comuni con più elevato indice di lesività sono Sarconi e Spinoso, con un rapporto feriti incidenti di uno a cinque. Rispetto al 2012 l’indice di lesività aumenta in 34 comuni. Con riferimento alla rete stradale primaria il maggior numero di incidenti (33) si è verificato sulla Salerno-Reggio Calabria, seguita dalla 106 Jonica (29 casi, di cui il 72% nei comuni di Scanzano Jonico, Policoro e Pisticci), dal Raccordo autostradale Sicignano-Potenza e dalla Statale Melfi-Potenza (ciascuna con 24 incidenti). La Melfi-Potenza e la SS 655 Bradanica sono state, nel 2013, le strade più pericolose dal punto di vista delle conseguenze sulle persone coinvolte, con un indice di mortalità del 40% per la Bradanica e dell’11,1 % per la Melfi-Potenza e con valori dell’indice di gravità pari, rispettivamente, a 25 e a 5,8%.

FONTE: http://www.globalpress.eu/5/0/9463/ISTAT–INCIDENTI-STRADALI-IN-BASILICATA-NEL-2013.html

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

*